Home » 2) 2.4S Targa del 1973 » c) Stato iniziale

c) Stato iniziale

Alla luce del sole

Alla luce del sole - Classic Porsche 911

 

Scaricata la vettura dal carrello sono iniziate le analisi.

Tutta la calma, la luce e lo spazio per una verifica accurata.

Un primo giro per constatare lo stato generale di conservazione...

Una prima diagnosi e una previsione di tutto il lavoro necessario...

La prassi vuole che tante cose non le si notino subito...

Per fortuna che qui c'è uno che pensa solo alle palline...

Just arrived2 Just arrived2 [2.506 Kb]

Ruggine a partire da sotto

Ruggine a partire da sotto - Classic Porsche 911

Per una semplice legge fisica, durante la marcia il pietrisco della stada (unito al sale e agli agenti atmosferici) è scagliato in avanti dalla sommità delle ruote
al doppio della velocità del veicolo.
 
Non essendoci le protezioni dei passaruota in plastica - come nelle vetture moderne - questi detriti si accumulano in tutti gli angoli possibili.

Nel nostro caso, la sporcizia si raccoglie principalmente intorno all'incasso del faro.
 
Si tratta di materiale poroso che trattiene l'acqua e l'umidità... il gioco è presto fatto!

Le lamiere, scarsamente protette dai passaruota, si corrodono fino alla superficie della carrozzeria:
 
vediamo la ruggine affiorare in forma di "brufoli".

Basta grattare con un cacciavite per, inevitabilmente, trovare il foro.

Longheroni esterni quasi sciolti

Longheroni esterni quasi sciolti - Classic Porsche 911

Anche i longheroni sono bersagliati dal pietrisco per opera delle ruote sterzanti.

La ruota sterzata dirige verso l'esterno gli schizzi di liquidi e materiale prelevati dalla strada che finiscono contro la parte anteriore del parafango posteriore e sui longheroni; non a caso le Turbo hanno la plastica di protezione.

Inoltre, è noto che i fori di areazione degli scatolati devono essere mantenuti liberi per permettere all'aria di circolare.
 
Appena si ostruiscono, inizia un'inesorabile ossidazione delle "camere stagne".

Qui vediamo come l'effetto sia stato devastante.
 
Come in una casa con una tegola rotta, la pioggia cade dal tetto e passa oltre, poi ancora oltre fino a compromettere tutto...

Sotto al paraurti poteriore sinistro

Sotto al paraurti poteriore sinistro - Classic Porsche 911

Questa zona posteriore del paraurti e del longherone trasversale, con i supporti motore, è soggetta - oltre che all'acqua e agli agenti atmosferici - anche all'effetto dannoso del calore sprigionato dalla marmitta.

Caldo freddo, caldo freddo, caldo freddo... poi sale, acqua, pietrisco, di nuovo caldo e così via...

In questo punto la lamiera non ha scampo e accumula anche il materiale che schizza dalle ruote motrici.

Buchi e lamiera che si sfoglia

Buchi e lamiera che si sfoglia - Classic Porsche 911
 
Analogamente, le ruote posteriori "sparano" in avanti pietrisco, acqua e detriti.

Senza protezione nei passaruota (come si usava una volta) il materiale si accumula dietro alla battuta delle portiere e del gancio di chiusura.

In basso - dove la battuta fa la sua curva in avanti per seguire il bordo inferiore sinistro della portiera del passeggero - esiste una sporgenza in lamiera che serve di rinforzo al telaio.
 
Questa sporgenza forma delle nicchie, perfette per racogliere lo sporco... e il gioco è fatto.

Da notare la trasparenza della lamiera:
 
 
si vede il prato sottostante!

Il bello è che, quando si gratta in questa zona, il peggio non è mai finito!

Nessuna Porsche 911 classica è immune da questo problema di ruggine, soprattutto se trascurata di carrozzeria.
Classic Porsche 911

Manuali tecnici

Classic Porsche 911

I miei articoli su Classic Auto

Classic Porsche 911

I miei articoli su Moto Dealer News

Classic Porsche 911

È uscito il mio libro sulla comunicazione con l'editore Franco Angeli


In ottemperanza all’art. 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 nr. 196 sulla Privacy e sui Cookie (c.d. "Informativa estesa"),
ricordiamo che il visitatore può negare il proprio consenso all'installazione dei cookie di ShinyStat modificando le impostazioni
del proprio browser oppure cliccando sull'apposito link. Per maggiori dettagli rimandiamo all’Informativa generale.