Home » Punti di vista Porsche » Costi di restauro totale

Costi di restauro totale

Costi di restauro totale - Classic Porsche 911

Quanto costa restaurare un’auto storica?

Ovviamente la risposta è… "Dipende!"
 
Una domanda come questa apre un ventaglio di considerazioni.
 
Bisogna, però, essere consapevoli dello scenario odierno delle auto storiche, dove regna una grande confusione, fatta di chiacchiere, disattenzione, enfasi sulla sola apparenza - un ambiente governato da speculatori, ignoranza e dalla malsana tendenza dell’italiano medio a voler sempre cercare di “fare l’affare” a tutti i costi.
 
Proviamo a razionalizzare il più possibile il costo di restauro di una vettura, cercando di tratteggiare un modello ideale di riferimento per qualsiasi progetto di restauro.
 
Partiamo, per esempio, da una vettura che è ferma da vent’anni, dimenticata sotto una tettoia.
 
Certo, non ha preso la pioggia ma è stata esposta all’umidità, al vento e a tutte le avversità climatiche tipiche del territorio dove è custodita.
 
Quando è stata fermata questa macchina funzionava ed era completa di tutti i pezzi, con i documenti in ordine.
 
Da quel momento in poi, l'auto non è più stata usata né curata da nessuno.
 
Il tipico caso di “barn find”, cioè di vettura del fienile.
 
Il vero restauro di un’auto di questo tipo, che riguardi la carrozzeria, gli interni, la meccanica, le sospensioni e la trasmissione, richiede come ordine di grandezza almeno mille ore di manodopera di un operatore esperto, in grado di lavorare con un certo ritmo.
 
Questa valutazione di riferimento della manodopera non comprende:
 
- il tempo per cercare i pezzi di ricambio (magari all’estero);
- il tempo per farli arrivare;
- il tempo speso per trovare o far fare pezzi su misura;
- quello per seguire l’eventuale burocrazia relativa ai documenti dell’auto (radiazione, libretto vecchio, revisione, bolli arretrati ecc.).
 
Una marea di tempo!
 
Senza dimenticare tutti i possibili imprevisti, per esempio i ricambi che arrivano e non vanno bene per il modello, i resi, i ritardi, gli errori, le parti che si rompono ecc.
 
Alla manodopera e al tempo per cercare i pezzi, vanno - ovviamente - aggiunti:
 
- il costo iniziale per l’acquisto della vettura;
- il materiale di consumo (vernici, materiali vari, disossidanti, additivi, sgrassatori, spazzole rotanti, dischi abrasivi, attrezzi speciali, lamiere, oli, guarnizioni stucchi ecc.);
- il costo dei pezzi di ricambio;
- l'IVA;
- i costi di spedizione;
- i dazi doganali ecc.
 
Se incarichiamo un operatore, possiamo pensare che si farà pagare mediamente 30,00 euro/ora (valore medio-basso ma di riferimento).
 
Allora, possiamo dire che un restauro fatto bene costi già 30.000,00 euro solo di manodopera più 6.000,00 euro di IVA, ancor prima di aver comprato l’auto e tutto il resto!
 
Difficilmente si trova una Porsche 911, nelle condizioni descritte, a meno di 12.000,00 euro.
 
In Italia, si sa, il solo nome Porsche scatena speculazione e avidità che fanno lievitare i prezzi.
 
 
Quali ricambi dobbiamo acquistare?
 
Possiamo immaginare di dover sostituire qualche pannello eccessivamente arrugginito, magari i due parafanghi anteriori, al costo di circa 1.400,00 euro.
 
Per il solo motore, fasce elastiche, bronzine, tubi, guarnizioni, filtri, lavorazioni del carter motore, frizione, valvole ecc… è facile aggiungere altri 6.000,00 euro… ed è ancora poco!
 
Immaginiamo che il cambio sia in ordine e che dobbiamo solo cambiare olio, paraoli e pulirlo bene.
 
Poi, per gli interni ci vorranno altri 3.000,00 euro a dir poco;
per le gomme e il rifacimento dei cerchioni sono altri 1.000,00 euro circa;
la marmitta costa - da sola - circa 3.000,00 euro…
 
E, come se niente fosse, per il solo restauro siamo ormai prossimi ai 50.000,00 euro circa di impegno economico, più 10.000,00 euro di IVA.
 
Se aggiungiamo anche il costo di acquisto della vettura, in men che non si dica ci avviciniamo pericolosamente a 75.000,00 euro… una bella sommetta!
 
... se è andato tutto bene, se non si incontrano particolari difficoltà, cosa che non accade mai!
 
Il concetto principale è questo: 
che si tratti di una vecchia Porsche 911, di una Fiat 1.100, di una Triumph o di qualsiasi altra auto, l’impegno di manodopera e il lavoro da fare sono uguali!
 
Per restaurare un'auto bisogna smontare tutto, trovare “gli altarini”, cercare in tutti gli angoli dimenticati dal tempo e inventarsi soluzioni man mano che si procede nel lavoro.
 
Certo, i ricambi di una Fiat non costano come quelli di un Porsche, ma nel lavoro non c’è poi così tanta differenza, e la complessità della vettura incide relativamente poco quando si deve smontare tutto.
 
Ovviamente, per una Porsche (di solito) si dedica più impegno per fare bene il lavoro e di conseguenza il costo della manodopera sale ancora, ma l’iter da seguire e l’impegno tecnico e di tempo sono gli stessi.
 
Se decidiamo di rivendere una vettura storica completamente restaurata, il valore del'auto non cambia: rimane sempre quello di mercato, ad esempio 35.000,00 euro come nel caso della Porsche del nostro esempio.
 
Quello che cambia, in realtà, è il valore aggiunto che è stato messo nella vettura, cioè quei 50.000,00 euro spesi in manodopera, pezzi nuovi, vernice, materiali di consumo, guarnizioni ecc. per renderla simile al nuovo, anche se il suo valore intrinseco rimane sempre attorno ai 35.000,00 euro.
 
Per fare un paragone con l'edilizia, sarebbe come dire restaurare a nuovo un piccolo e brutto monolocale di periferia, piano seminterrato, con vista su un cavedio.
 
Anche con il bagno in marmo e i rubinetti di design rimane pur sempre un monolocale di periferia.
 
Quando lo si rivende, il suo prezzo sarà maggiore del valore di mercato per la stessa zona, ma non ci si può aspettare di trovare qualcuno disposto a pagarlo come un attico in centro!
 
Tornando alla nostra Porsche d’epoca, si spendono magari 85.000,00 euro di restauro per avere oggi, nel 2011, una ricostruzione fedele al nuovo di una vettura che era nuova quarant’anni fa.
 
Ma la smania di avere tutto come nuovo ha un costo e può ridurre l’appetibilità dell'auto, che è sempre una vettura dal valore di mercato che si aggira attorno a 35.000,00 euro!
 
E che dire del fascino dell'auto in parte conservata che un restauro completo cancella per sempre?
 
Non dimentichiamo che un restauro totale, per una vettura in stato di abbandono e mai restaurata, è di circa 70.000,00 euro.
 
Questo costo ci sta tutto se si pensa alla mole di lavoro necessaria per un lavoro di restauro completo.
 
Quelli che dicono: "Con 10.000,00 euro la restauro completamente" sono o ingenui o incompetenti:
 
frasi come queste sono fesserie da bar!
 
Tutto si può fare, ma attenzione:
 
come sempre, bisogna essere consapevoli dell’impegno di tempo e denaro che vogliamo dedicare per inseguire una “fantasia” o la “nostalgia” per una certa vettura.
 
Va bene innamorarsi di un’auto storica, ma senza perdere la testa e il portafoglio!
 
Un cordiale saluto a tutti.
 
 
Alessandro Muscinelli
Riflessioni economiche
Anno 2011
 
13/03/2016 commenti (2)
Classic Porsche 911

Manuali tecnici

Classic Porsche 911

I miei articoli su Classic Auto

Classic Porsche 911

I miei articoli su Moto Dealer News

Classic Porsche 911

È uscito il mio libro sulla comunicazione con l'editore Franco Angeli


In ottemperanza all’art. 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 nr. 196 sulla Privacy e sui Cookie (c.d. "Informativa estesa"),
ricordiamo che il visitatore può negare il proprio consenso all'installazione dei cookie di ShinyStat modificando le impostazioni
del proprio browser oppure cliccando sull'apposito link. Per maggiori dettagli rimandiamo all’Informativa generale.